Sito di Mario Di Pietro




Dove ti trovi: Home > LA REBT


Cerca nel sito


Ricerca fornita da Google 


Torna all'indice


Cos'è l'E.R.E.

Torna all'indice

In libreria

Link utili

Personalizza

Scegli le dimensioni del testo:



La REBT

La Terapia Comportamentale Razionale Emotiva (REBT) è una teoria psicologica che negli ultimi quarant'anni ha avuto un notevole influsso sulla psicoterapia. Al contrario di molte altre Scuole, la REBT ha alla base principi semplici, straordinariamente efficaci e facilmente trasmissibili. Al punto che i terapeuti sono soliti fornire ai pazienti sintesi semplificate della teoria REBT perché già queste conoscenze di per sé formano un'ottima base per il processo terapeutico (questa tecnica è conosciuta come biblioterapia). Il presupposto da cui parte Ellis è che, se noi riusciamo a pensare in modo razionale, la forza traumatica di qualunque evento si svuota del suo potenziale ansiogeno. infatti varie forme di disagio psicologico ed emotivo non vengono determinate dalle caratteristiche dell'evento attivante in sé, ma dai pensieri, spesso distorti e irrazionali, per mezzo dei quali lo interpretiamo e gli assegniamo un significato esageratamente disturbante.

Gli assunti principali della REBT. possono essere sintetizzati nei seguenti punti:

freccettanella maggior parte dei casi il modo in cui ci sentiamo (emotivamente) e il modo in cui ci comportiamo sono la risultante di ciò che pensiamo;

freccettaun modo di pensare inadeguato (illogico, distorto, irrazionale) porta a problemi emotivi e comportamentali;

freccettaproblemi emotivi e comportamentali possono essere superati imparando a sostituire pensieri irrazionali con pensieri razionali.

 

La Terapia Comportamentale Razionale Emotiva con gli adolescenti

 

paure
La RET diventa REBT
di Albert Ellis

A distanza di quarant'anni da quando ho creato ed ho cominciato ad utilizzare la terapia razionale emotiva (RET), ho deciso di cambiarne nome in terapia comportamentale razionale-emotiva (rational-emotive behavior therapy/REBT), questo per il fatto che essa è sempre stata spiccatamente cognitiva, molto emozionale e particolarmente comportamentale. Come ebbi già da specificare nel 1962 nel volume Reason and Emotion in Psicoterapy (pubblicato in italiano dalla casa editrice Astrolabio col titolo Ragione ed emozione in psicoterapia) la RET "insiste nel prescrivere esercizi comportamentali e nel desensibilizzare e decondizionare il comportamento sia durante la seduta di psicoterapia che tra una seduta e l'altra". Inoltre "la RET è nel contempo sia prettamente razionale?persuasiva?interpretativa?filosofica che attivo?direttiva-emotiva-centrata sull'azione".

In un articolo del 1975 scrissi anche che "la teoria della RET sostiene che gli esseri umani raramente cambiano modo di pensare cessando di credere a convinzioni controproducenti a meno che non agiscano, quanto più spesso possibile in modo difforme ad esse". Raymond Corsini, E.E. Landy ed altri noti psicoterapeuti sono giunti a simili conclusioni e lavorano persuadendo i loro pazienti a cambiare il proprio comportamento al fine di cambiare il proprio modo di pensare distruttivo. La RET ha sempre fatto ricorso preferenziale alla desensibilizzazione e all'esposizione in vivo ed alcune procedure emotive, quali i famosi esercizi antivergogna, sono spiccatamente comportamentali. Insieme alla terapia multimodale di Lazarus, la RET è stata tra le prime forme di psicoterapia a sperimentare una combinazione di metodi cognitivi, emotivi e comportamentali.

Fin dal suo esordio la RET ha sottolineato l'interazione reciproca tra cognizioni, emozioni e comportamento. Oltre a ciò la RET è anche più costruttivista di altre terapie cognitivo comportamentali. Così come ebbi a correggere nel 1961 la mia prima denominazione da terapia razionale a terapia razionale-emotiva (RET), così da adesso in poi chiamerò questo tipo di terapia in modo da indicare ciò che essa è sempre stata, cioè terapia comportamentale razionale-emotiva o REBT (secondo le iniziali inglesi). Cambiare il suo nome quando esso è ormai diventato ampiamente popolare presenta qualche inconveniente e sono certo che alcuni dei suoi più tenaci sostenitori non ne saranno molto entusiasti. Peccato, ma non sarà certo terribile! Le vostre reazioni a questo nuovo nome saranno ben accette. New York, Summer 1993


 

 


Principali pubblicazioni in italiano sulla REBT

Di Giuseppe R.A., Doyle K.A., Dryden W. e Backs W. , Manuale di terapia razionale emotiva comportamentale, Raffaello Cortina Editore, Milano.

Albert Ellis, Ragione ed Emozione in Psicoterapia, a cura di Cesare De Silvestri, Casa Editrice Astrolabio

Albert Ellis, L'autoterapia razionale emotiva (nuova edizione 2014), Edizioni Erickson

Albert Ellis, Che rabbia! Come controllarla prima che lei controlli te, Edizioni Erickson

Albert Ellis, Che ansia! Come controllarla prima che lei controlli te, Edizioni Erickson

Dryden W., La terapia razionale emotivo-comportamentale, Edizioni Erickson

Cesare De Silvestri, Il Mestiere di Psicoterapeuta, Casa Editrice Astrolabio

Mario Di Pietro (a cura di), Terapia Razionale-Emotiva, Bulzoni Editore